Persone

Lorenzo Betti

Laureato in Scienze Politiche (triennale) e Scienze della Formazione (magistrale) con una tesi etnografica con movimenti di lotta per la casa, è stato operatore sociale per diversi anni lavorando principalmente con famiglie e minori seguite dai servizi sociali. Parallelamente alla pratica lavorativa ha co-organizzato diversi momenti di riflessione pratica, teorica e politica sul ruolo dell’operatore sociale. Dal 2015 collabora con la redazione della rivista di intervento sociale “Gli Asini”. Dal 2016 collabora stabilmente con il CSI prevalentemente all’interno della ricerca-azione “La comunità che cura” nel rione di Pescarola. Attualmente è dottorando in Pianificazione Territoriale e Politiche Pubbliche all’Università IUAV di Venezia. Le sue aree di interesse e di lavoro principali sono l’intervento sociale, la sociologia urbana e la pianificazione urbana con particolare attenzione al lavoro di implementazione e ricerca verso politiche pubbliche integrate in un’ottica di promozione della salute.

Marianna Bettinzoli

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università agli studi di Brescia, nel medesimo ateneo conseguito il dottore di ricerca in Metodologia e Tecniche Appropriate nella Cooperazione Internazionale allo Sviluppo. Le aree di interesse e ricerca sono principalmente le dimensioni socio-culturali e politico-economiche dei processi di salute/malattia e della cura con particolare attenzione alla promozione della salute e alla partecipazione comunitaria. E’ attiva nella rete italiana ed europea del People’s Health Movement. E’ membro del comitato scientifico del Centro di Ricerca e formazione per la Salute unica e l’alimentazione.

Chiara Bodini

Laureata in Medicina e Chirurgia, specialista in Malattie Infettive e in Sanità Pubblica, ha conseguito un dottorato di ricerca in sanità pubblica con una tesi dal titolo “Movimenti sociali e salute: una ricerca-azione partecipata. Nuove pratiche di promozione della salute all’insegna del collettivo, del comune e della sostenibilita del pianeta“. E’ al CSI dalla sua fondazione. Si occupa anche di immigrazione e salute (fa parte del Gruppo regionale Immigrazione e Salute dell’Emilia Romagna e del Consiglio di Presidenza della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, oltre a svolgere volontariato presso l’ambulatorio Sokos, di salute globale e di formazione in salute (anche tramite la Rete Italiana per l’Insegnamento della Salute Globale). E’ parte della Rete Sostenibilità e Salute nonché portavoce del People’s Health Movement per la regione europea.

 

Francesca Cacciatore

Laureata in “Antropologia Culturale ed Etnologia” presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna nel 2009, ha poi conseguito il dottorato di ricerca in “Antropologia, Psicologia e Scienze Cognitive” presso l’Università di Genova nel 2015. Aree di interesse e di ricerca: dimensioni socio-culturali e politico-economiche dei processi di salute e malattia e della cura, con focus specifici su salute e migrazione, salute mentale, partecipazione comunitaria in ambito socio-sanitario.

Ilaria Camplone

Medico specialista in Sanità Pubblica. Si è occupata di formazione nel campo della salute globale e Primary Health Care in Italia e all’estero, e ha svolto ricerche di campo all’intersezione tra salute, processi socio-politici e globalizzazione in America Latina e in Medio Oriente. Attualmente è impegnata in attività di ricerca sull’organizzazione dell’assistenza primaria con progetti sulla medicina di iniziativa presso il Servizio Assistenza Territoriale della Regione Emilia Romagna. E’ attivista del movimento internazionale People’s Health Movement. E’ mamma di una bimba.

Andrea Canini

Laureato nel 2013 in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna, con tesi di Laurea in Medicina Interna svolta presso l’ospedale IMIP – Faculdade Pernambucana de Saúde (Recife, Brasile). Nel 2013 prende parte alla Summer School in “Global Health and Migration: interdisciplinary tools to tackle health inequalities”; nello stesso anno inizia a far parte stabilmente del Centro di Salute Internazionale e Interculturale dell’Università di Bologna. Nel 2014 svolge il corso di perfezionamento in Malattie Tropicali e Salute Globale presso l’Università di Brescia. Dal 2014 al 2016 svolge un Mestrado in Salute Collettiva presso l’Universidade Federal do Rio Grande do Sul (Porto Alegre, Brasile). E’ attualmente specializzando del Corso di Formazione di Medicina di Generale a Bologna. Le principali aree di interesse e ricerca sono quelle della Primary Health Care e della formazione dei professionisti sanitari.

Anna Ciannameo

Laureata in Antropologia culturale ed Etnologia, ha conseguito il titolo congiunto di dottore di ricerca in Science, Technology and Humanities (Università di Bologna) e in Antropologia Medica (Università Rovira i Virgili di Tarragona). Collabora con il Centro dal 2008 dove è impegnata in attività di ricerca, didattica e formazione. I suoi interessi principali sono le interconnessioni tra migrazione, salute, vulnerabilità sociale e disuguaglianze nell’accesso ai servizi sanitari, insieme alla  gestione biomedica e socio-politica delle infezioni tropicali neglette in ambito trans-migratorio. E’ nel gruppo regionale Immigrazione e Salute dell’Emilia Romagna e membro della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM). E’ membro anche della Società Italiana di Antropologia Medica (SIAM), del Medical Anthropology Research Center (MARC), della European Association of Social Anthropologists (EASA). Ha realizzato campi di ricerca in Argentina, sia in area indigena (gruppo Wichì, provincia del Chaco) che in area urbana (Buenos aires e periferie circostanti) sulle tematiche menzionate. Attualmente collabora con lo Staff Ricerca & Innovazione dell’Azienda USL di Reggio Emilia dove si occupa principalmente di metodologie etnografiche e qualitative applicate alla ricerca in salute

Chiara Di Girolamo

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna nel 2008 e ha conseguito la specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva nello stesso ateneo nel 2014. Ha iniziato a collaborare con il CSI nel 2006, prima come studentessa e poi come specializzanda. All’interno del Centro si è occupata di attività di ricerca e didattica in salute globale; in particolare ha coordinato due studi epidemiologici finalizzati ad analizzare le condizioni socio-economiche e la prevalenza di malattie neglette nella popolazione immigrata, sia a livello regionale che nazionale. Ha inoltre collaborato con l’Agenzia Sanitaria e Sociale della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di uno studio longitudinale volto a indagare disuguaglianze in salute e accesso ai servizi sanitari tra la popolazione italiana e quella immigrata residente a Reggio Emilia. Ha recentemente terminato il Master in Epidemiologia presso la London School of Hygiene and Tropical Medicine (Londra) con la quale attualmente collabora all’interno di un progetto che ha l’obiettivo di studiare le disuguaglianze socio-economiche e geografiche negli esiti tumorali.

Alice Fabbri

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2008 e si è specializzata in Igiene e Medicina Preventiva nel 2014 presso l’Università di Bologna. Dal 2008 collabora con il Centro Studi e Ricerche in Salute Internazionale e Interculturale dove si occupa di attività di ricerca e didattica nei seguenti ambiti: etica e conflitto di interessi, salute globale. E’ attualmente iscritta al Corso di Dottorato in Medicina Clinica e Sperimentale e Medical Humanities presso l’Università degli Studi dell’Insubria.

Luca Jourdan

Professore associato presso l’Università di Bologna dove insegna Antropologia Culturale e Antropologia Politica. A partire dal 2001 ha condotto una ricerca sul terreno nel Nord Kivu (Repubblica Democratica del Congo) sul rapporto giovani/guerra, la crisi dell’infanzia, l’economia informale e la frontiera. Membro della Missione etnologica italiana in Africa Equatoriale, attualmente conduce una ricerca in Uganda, sui rifugiati eritrei nella capitale Kampala e sul conflitto nel distretto di Kasese. Vai al Curriculum

Angelo Lorusso

Medico specialista in Igiene e Medicina Preventiva, ha studiato presso l’Università di Bologna. Collabora con il CSI dal 2010 interessandosi principalmente di peer-education in salute, diseguaglianze in salute e promozione della salute.

Nadia Maranini

Laureata nel 2009 in Antropologia Culturale ed Etnologia presso l’Università di Bologna. Ha condotto la sua tesi di laurea specialistica sul tema della costruzione sociale del disagio psichico. Oltre alla formazione accademica ha approfondito nel tempo temi come quelli dell’etnopsichiatria (Corso di formazione presso Fondazione Andolfi di Roma) e della Salute Collettiva e della Salute Globale (seminari e corsi di formazione presso il Centro di Salute di Salute Internazionale dell’Università di Bologna e il People Health Movement). Dal 2009 collabora con il Centro Studi e Ricerche in Salute Internazionale e Interculturale (CSI) dell’Università di Bologna, in cui si è occupata principalmente delle tematiche legate a salute e migrazione, accessibilità e barriere alla fruizione dei servizi sanitari da parte della popolazione straniera, strategie di Primary Health Care. Sempre dal 2009 collabora con il Centro di Consultazione Socio-Culturale del Distretto di Pianura Est, Ausl di Bologna, che offre consulenze e formazione agli operatori socio-sanitari su salute mentale e migrazione. Da Ottobre 2013 è borsista presso l’Ausl di Ravenna per un progetto di ricerca-formazione sulle Case della Salute. Sta attualmente frequentando la scuola triennale di counseling sistemico relazionale presso la cooperativa sociale COMEFO.

Ardigò Martino

Medico specialista in Igiene e Medicina Preventiva. Ha conseguito un dottorato in Cooperazione internazionale e sviluppo sostenibile, e ha avuto un incarico di ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Univestià di Bologna.

Marianna Parisotto

Laureata in Medicina e Chirurgia, specializzata in Igiene e Medicina Preventiva ed è parte del CSI dal 2010. Svolge attività di ricerca-azione con particolare attenzione alla relazione tra movimenti sociali e salute, ai processi di partecipazione e auto-organizzazione comunitaria. È implicata nell’ambito delle migrazioni e in quello dell’autodeterminazione alimentare e riappropriazione dei territori. È parte del People’s Health Movement, del Gruppo regionale Immigrazione e Salute dell’Emilia Romagna, della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, aderisce a Genuino Clandestino e alla rete locale di Campi Aperti.

Ivo Quaranta

Professore Associato presso l’Università di Bologna dal 2014, svolge le sue ricerche nell’ambito dell’antropologia medica. I suoi interessi di ricerca sono rivolti in particolare all’analisi dell’elaborazione culturale e della produzione sociale dell’esperienza di malattia. Attualmente incentra la sua ricerca sui temi: del rapporto fra salute e processi migratori, dell’applicazione dell’antropologia nel contesto dei servizi medici e socio-sanitari e, più in generale, dell’antropologia pubblica. Vai al Curriculum

Martina Riccio
Laureata nel 2011 in Antropologia culturale ed Etnologia presso l’Università di Bologna con una ricerca etnografica sulla produzione della diagnosi di Iperattività e Deficit di Attenzione (ADHD) nell’infanzia e adolescenza.
Nel 2016 ha concluso il dottorato di ricerca nello stesso Ateneo con una tesi dal titolo “Dis-fare la disabilità infantile: le pratiche lavorative di operatrici e operatori dei servizi, e il ruolo della ricerca“.
Dal 2012 è stabilmente parte del CSI. I suoi campi di interesse sono soprattutto la promozione della salute sul territorio e con persone/popolazioni in condizione di vulnerabilità, e lo sviluppo di metodologie partecipative di ricerca e azione nel campo della salute e del contrasto alle disuguaglianze sociali.
È attiva nella rete europea e italiana del People’s Health Movement (PHM).
Francesco Sintoni

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna nel 2011, ha conseguito la specializzazione in Medicina di Comunità e Famiglia presso l’Instituto de Medicina Integral – IMIP di Recife nel 2014. Attualmente specializzando in Igiene e Medicina Preventiva presso l’Università di Bologna, collabora dal 2009 con il CSI, interessandosi principalmente di Primary Health Care e Cronicità. E’ impegnato attivamente nella cooperazione con istituzioni brasiliane all’interno del Laboratorio Italo-brasiliano di formazione, ricerca e pratiche in assistenza primaria.

Angelo Stefanini

Medico, ha lavorato dal 1978 al 1986 in ospedali rurali e in programmi di salute pubblica in Africa. Ha insegnato alle università di Leeds, UK (1988-1994), di Makerere, Uganda (1994-1996) e, dal 1997, all’Università di Bologna. Nel Territorio Palestinese Occupato (TPO) e’ stato nel 2002 rappresentante dell’Organizzazione Mondiale della Sanità  e, dal 2008 al 2011, responsabile del programma sanitario italiano. Nel 2007 ha ricoperto il ruolo di Team leader di un progetto dell’Unione Europea di assistenza tecnica a Damasco, Siria. Nel 2006 ha fondato il Centro Studi e Ricerche in Salute Internazionale e Interculturale dell’Università di Bologna.